Post

Capitolo 3

Siamo così vicini le nostre bocche quasi si toccano. Mi allontano da lui e mi compongo. Lui mi guarda con desiderio.
"Mi piacciono molto le cover che hai fatto." Mi dice.
"Okay va bene grazie." Gli dico.
Torno nel mio ufficio, vado a prendere la borsa. Mi dirigo verso l'ascensore. Caroline hai fatto bene ha non baciarlo. Esco dal ascensore mi dirigo verso la macchina. Prendo le chiavi della macchina da dentro la borsa. Apro la macchina ed entro dentro. Accendo la macchina faccio retro marcia. Mi metto in strada. Trovo un gran traffico per strada. Per fortuna vicino dove abito io, ci sono tante sandwich shop. Non ho bisogno di cucinarmi. Sono arrivata a casa, non è tardi però. Ho tempo di prepararmi da mangiare. Parcheggio la macchina spengo il motore. Scendo dalla macchina mi dirigo la porta di casa. Apro la porta ed entro in casa. Vado in cucina mi vado a preparare la cena. Dopo aver preparato la cena, mi vado a fare il bagno. Non faccio altro che pensare alle …

Capitolo 2

Non capisco perché ci sono tante persone così malvagie? Vado a fare il mio lavoro. Sento dei passi dietro di me. Mi giro per vedere chi è? Ed è la donna che mi ha insultata.  La guardo con disprezzo.  "Come mai sei qui?" Le domando. "Per scusarmi per ciò che ti ho detto." Mi dice.  "Ah sì ora ti vuoi far perdonare? Mi dispiace ma non accetto le tue scuse."  "Lo so d'essere stata una maleducata e cattiva."   "Ah non so se posso perdonarti."  "Ok almeno accetti di uscire assieme?"  "Non lo so." "Ok va bene."  Poi la guardo e le sorrido. "Ti perdono e va bene accetto di uscire assieme."  "Bene."  "Mi vuoi raccontare che cosa ha fatto George alle altre grafiche che ha avuto?"  "Domani sera usciamo e ti racconto tutto."  "Ok."  Quando rimango sola in ufficio, mi guardo intorno penso alla mia vita.  E forse sta volta dovrei diventare l'amante del mio capo. E magari ci p…

Capitolo 1

Da quando ho visto George, non riesco a togliermelo dalla testa. Oggi inizio il mio primo giorno di lavoro. Sono così nervosa però,  perché ho paura che possa provarci con me. Vado a prendere le chiavi della macchina, poi vado in garage apro la macchina. Entro in macchina e accendo la macchina, faccio retro marcia esco dal garage. Mi metto in strada il cielo è grigio, pioverà fortissimo menomale che l'ombrello lo tengo sempre dentro la macchina. Sono arrivata al lavoro, e già diluvia prendo l'ombrello. Dirigo verso il portone, chiudo l'ombrello lo lascio davanti alla portineria. Mi avvio verso l'ascensore lo chiamo. Poi entro nel ascensore, faccio un lungo respiro. Esco dall'ascensore mi avvio verso l'ufficio di George. Busso alla porta del suo ufficio.  "Buongiorno come stai?" Mi dice. "Buongiorno sto bene tu come stai?" Gli dico.  "Sto bene, iniziamo a lavorare." Mi dice.  "Si molto volentieri." Gli dico.  Ci mettiamo a lavo…

Prologo

Oggi inizio a lavorare in una nuova casa editrice  La house Publishing,, che mi sono licenziata dalla New author . Perché il mio ex capo mi aveva fatto delle avances , io non lì ho mai accettati e lui si era arrabbiato mi faceva da stalker. Chissà come sarà il nuovo capo. Sono così nervosa per questa nuova avventura. Devo trovare un modo per rilassarmi. E se non mi assume? Che cosa posso fare? Dove me ne vado? Potrei tornare dove lavoravo, ma se non mi assume più quel porco di Roger? Ho deciso se il mio nuovo capo, prova a farmi delle avances sta volta mi lascio andare. Che m'importa basta che mi fa lavorare. Vado a prendere le chiavi della macchina. Mi dirigo in garage apro la macchina  ed entro dentro, accendo la macchina faccio retro marcia ed esco dal garage. Mi metto in strada, trovo un gran traffico per Manhattan. Finalmente sono arrivata al lavoro parcheggio la macchina, spengo il motore e scendo dalla macchina. Mi avvio verso il portone del edificio, sono vicino all'as…

L'amante del capo

Immagine
Caroline Freud se licenziata dalla casa editrice New author. Poi 
a trovato lavoro in una casa editrice come grafica a Manhattan. Che si chiama. La house pubblising.